Il progetto

Prozoo (PROcessi innovativi per la gestione dei reflui ZOOtecnici) è un progetto finanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020, misura 16.1.01 “Gruppi operativi del partenariato europeo per la produttività e la sostenibilità in agricoltura”, Focus Area 5 D (Ridurre le emissioni di gas a effetto serra e di ammoniaca prodotti dall’agricoltura).

Obiettivo generale del presente Piano è proporre una strategia ottimale di gestione dei reflui suini economicamente vantaggiosa per gli allevatori del territorio emiliano-romagnolo. L’integrazione sinergica dei due processi innovativi per il trattamento e la valorizzazione dei reflui suini garantisce la conversione in un fertilizzante in grado di ristrutturare il suolo senza alcun apporto energetico esterno.


Schema del progetto

In particolare, l’uso integrato dei due prototipi consentirà l’estrazione dal refluo suino di:

  • Sali di Ammonio: utilizzabili come fertilizzante.
  • Biochar arricchito: ammendante in grado di dare un apporto nutritivo e benefici strutturali al suolo, migliorandone la fertilità, aumentandone la ritenzione idrica e incrementandone l’adsorbimento e la biodegradazione degli erbicidi con sequestro del carbonio, arricchito con un composto organico, pastorizzato, esente da sostanze nocive o volatili, biologicamente inerte.
  • Un effluente acquoso avente caratteristiche tali da risultare idoneo per un riutilizzo nello stesso digestore o per lo scarico diretto in acque superficiali riutilizzato in azienda essendo un’acqua esente da sali minerali o nei circuiti dei due impianti.

Gli obiettivi generali e specifici del presente Piano rivolti alla totale conversione del liquame suino, consentirà di azzerare i volumi dei flussi di sostanze reflue da smaltire (scarti zero), con produzione di materie prime secondarie utilizzabili in nuovi cicli economici o reimmesse nell’ambiente senza determinare alcun problema d’inquinamento (nessuna emissione ammoniacale). Inoltre la capacità del Biochar di incrementare l’adsorbimento e la biodegradazione degli erbicidi nel suolo, migliorando la qualità delle acque, riduce i carichi inquinanti di origine agricola e zootecnica oltre che sequestrare il carbonio nel terreno.

Durata: aprile 2017/gennaio 2020

Budget: € 199.935,49

Finanziamento pubblico: 90%

Responsabile tecnico-scientifico: Gabriele Fortini, SSICA

Coordinatore: Roberto Reggiani, Azienda Agraria Sperimentale Stuard

Parole chiave: liquame, digestato, ammoniaca, Fertilizzanti, energia